f
olisana header
Chi Siamo
Come raggiungerci
Corsi/orari
Hatha Yoga
Kundalini Yoga
Life Coaching
Pilates
Ginnastica Correttiva
Kung Fu
Chi Kung
Tai Chi stile Yang
Danza del Ventre
Massaggio Ayurvedico
Shiatsu
Riflessologia Plantare
Reiki
Campana di Vapore
Suntronic
Contattaci
IWCF Caserta
reikilifelogo
Studio Pilates Caserta

 

Home
Come funziona il metodo ISIS Il Generatore Suntronic

CELEBRATE LA RINASCITA DEL CORPO 

suntronic trattamenti

Isis è il nuovo metodo che permette di risolvere più inestetismi cutanei utilizzando un'unica metodologia.

Risolve i seguenti inestetismi:

Trattamento per la risoluzione di inestetismi provocati da eccesso di sebo
per la pelle grassa e impura: l'elettrone fornito dal Sistema AS 43 Suntronic agisce sull'attività delle ghiandole sebacee. Le ghiandole sebacee hanno una azione basilare per la salute della pelle: esse secernono sebo, che insieme all'acqua di perspirazione, forma il NMF fattore di idratazione naturale della pelle, cioè quel mantello idrolipidico che protegge la pelle dalle aggressioni dall'esterno.
Quando la produzione di sebo è sbilanciata, la pelle ne risente: se il sebo è troppo poco, la pelle è poco lubrificata e diviene secca; quando il sebo è prodotto in eccesso, questo non viene distribuito uniformemente sulla superficie cutanea e ristagna nei dotti sebacei, i canali che dipartono dalla ghiandola e convogliano verso la superficie il sebo prodotto. L'accumulo disebo in questi dotti provoca il brufolo. L'elettrone fornito dal Sistema AS 43 Suntronic agisce sulla ghiandola sebacea normalizzandone l'attività.
Quando si comincia a trattare la pelle con il Sistema AS 43 Suntronic, l'elettrone va verso la ghiandola e ne promuove l'espulsione del sebo accumulato nei dotti: per questo dopo le prime applicazioni il numero e le dimensioni dei brufoli aumenta. Passato questo stadio di eliminazione di sebo già prodotto in eccesso, l'azione dell'elettrone è direttamente sulla ghiandola: funge da modulatore di attività della sintesi degli acidi grassi e dei trigliceridi che formano il sebo, calibrando la produzione alla quantità fisiologica.

suntronic trattementi olisana

Trattamento specifico per pelli sensibili e con arrossamenti
per gli arrossamenti cutanei: l'elettrone fornisce energia alle cellule dei capillari in modo da ripristinare la robustezza delle pareti vasali. La principale causa degli arrossamenti cutanei è un aumento della permeabilità della parete vasale causata da difficoltà della microcircolazione vasale provocata da diversi elementi (predisposizione ereditaria, alimentazione inadeguata con abbondante consumo di cibi piccanti, abuso di alcol, esposizione al freddo e al vento ecc.).
La variazione di permeabilità causa delle fessurazioni lungo la superficie vasale, consentendo al plasma di diffondersi all'esterno del vaso e questo si manifesta con un arrossamento diffuso. Inoltre i vasi perdono la loro elasticità, si congestionano dilatandosi e vengono così evidenziati come una rete di capillari.
L'elettrone fornito dal Sistema AS 43 Suntronic agisce sulle cellule della parete vasale promuovendone la riproduzione e sul connettivo della tonaca vasale in modo da chiudere le fenestature e ripristinando l'elasticità: infatti il primo effetto che si nota dopo alcune applicazioni del sistema AS 43 Suntronic è una diminuzione del rossore diffuso e questo evidenzia per qualche tempo la rete di capillari che spiccano per contrasto sulla pelle più chiara. Dopo diversi trattamenti anche la rete di capillari attenua la sua evidenza fino, nella maggioranza dei casi, a scomparire.

Trattamento per le rughe del viso e il rassodamento del collo
per gli inestetismi provocati dalle rughe: una delle principali cause delle rughe è il rallentamento della rigenerazione cellulare l'elettrone dà nuova energia alle cellule stanche e ne promuove il rinnovamento. Inoltre contrasta l'azione ossidativa dei radicali liberi responsabili dall'invecchiamento cutaneo.

suntronic olisana

Trattamento a base di vitemine per la pelle asfittica, atonica e spenta del viso e del collo
trattamento vitaminico per contrastare i Radicali Liberi: Una molecola è neutra quando al numero di protoni (di carica positiva) del nucleo, corrisponde un uguale numero di elettroni (di carica negativa) che orbitano attorno al nucleo. Quando una molecola neutra attrae elettroni che quindi sono di numero maggiore dei protoni, si forma un anione di carica negativa; al contrario se la molecola neutra perde elettroni, i protoni del nucleo in numero maggiore portano alla formazione di un catione di carica positiva.
Queste variazioni di elettroni in più o in meno sono determinate dalla necessità della stabilità del numero di elettroni sull' orbita più esterna.
Accade però che a causa di fattori esterni, il più frequente dei quali è l' azione dei raggi UV, si verificano reazioni di ossidazione incompleta e si formi un radicale libero, molecola fortemente instabile con un solo elettrone spaiato nell' orbitale periferico. L' ossidazione può essere spontanea (perossidasi) o indotta da enzimi (beta-ossidazione).
L' organismo provoca all' interno delle cellule dei meccanismi di ossidazione spontanea, nell' espletamento dei suoi processi biologici.
L' organismo stesso crea Radicali Liberi come conseguenza di reazioni biochimiche, però è anche dotato di meccanismi che eliminano i Radicali Liberi da esso prodotti.
In pratica l' organismo produce e distrugge i Radicali Liberi.
Se non vengono antagonizzati da sistemi antiossidanti cellulari, i Radicali Liberi esercitano azioni ossidative devastanti sui costituenti cellulari.
Con l' avanzare dell' età si ha sia un aumento dello stato di perossidazione (ossidazione spontanea da parte dell' organismo) e una diminuzione dell' efficienza dei sistemi antiossidativi: i Radicali Liberi cominciano ad accumularsi nelle cellule innescando il processo degenerativo.
Nella pelle questo processo degenerativo avviene per degradazione di acidi grassi e polinsaturi che generano due Radicali Liberi per ogni molecola di acido degradata. Questi due Radicali Liberi ossidano due molecole di acidi grassi che degenerano in quattro Radicali Liberi e così via in modo esponenziale.
Quando l' organismo non riesce più a tenere costante il rapporto fra Radicali Liberi creati e quelli distrutti, è opportuno fornire meccanismi antiossidanti dall' esterno.
La Vitamina A, la Vitamina E, la Vitamina C, i flavonoidi contenuti nell' estratto di Estratto di Pino e di Kigelia Africana, sono ottimi antagonisti nella formazione di Radicali Liberi. Alcuni, come la Vitamina E, agiscono come captatori di Radicali Liberi, eliminando quelli in eccesso.
Altri, come i Flavonoidi della Estratto di Pino, agiscono impedendo all' origine la formazione di nuovi Radicali Liberi, avendo un' elevata attività fotoprotettrice verso la perossidazione innescata dai raggi UV: questa attività è dovuta ad un elevato potere antiossidante e antiradicalico, in grado di inibire la proliferazione di Radicali Liberi che si originano per l' azione dei raggi UV.
L'estratto di Pino inoltre inibisce l' enzima superossido-dismutasi, enzima che facilita la reazione di formazione di Radicali Liberi.
Altri ancora, come la Vitamina C, dal notevole potere riducente, converte i Radicali Liberi nelle molecole neutre da cui provengono, in pratica, inverte la reazione di formazione del Radicale Libero attraverso uno scambio di ossido-riduzione. L' elettrone fornito dalla soluzione proteica innesca processi di ossido-riduzione sui Radicali Liberi, inoltre la riattivazione del ciclo di respirazione sul mitocondrio, provocata proprio dalla presenza dell'elettrone, fa riprendere alla cellula la sua normale attività respiratoria, quindi vitale. In questa funzione l' elettrone è aiutato della presenza del Coenzima Q10, composto la cui primaria funzione è proptio quella di intervenire nella catena respiratoria cellulare

suntronic olisana caserta

Trattamento ad azione schiarente per le macchie di iperpigmentazione
per schiarire le macchie di iperpigmentazione: I melanociti in presenza di radiazioni UV sintetizzano, cioè producono, un enzima detto tirosinasi che viene avvolto insieme a un aminoacido, la tirosina, in vescicole chiamate melanosomi. In queste vescicole la tirosinasi trasforma attraverso due reazioni di ossidazione e una polimerizzazione la tirosina, incolore, in melanina, di colore bruno. Man mano che la vescicola si carica di melanina, migra lungo le ramificazioni della cellula melanocita, e la melanina completamente ossidata viene scaricata dentro le cellule epidermiche che si colorano. Questo processo è detto melanogenesi e comincia circa due ore dopo l'inizio dell'esposizione alle radiazioni e cessa dopo un mese. Nelle cellule epidermiche la melanina si dispone come una capsula intorno al nucleo per difenderlo dall'azione delle radiazioni, fino a quando la cellula epidermica si trasforma in corneocita, cioè perde il nucleo e diventa " cellula morta". Quando lo strato corneo si desquama durante il naturale processo di rinnovamento cutaneo, la cellula contenente melanina si stacca. Questo è il motivo per cui si perde l'abbronzatura. In genere la risposta della pelle all'esposizione alle radiazioni è abbastanza uniforme, ma per diversi motivi, può accadere che le cellule rispondano alla sollecitazione UV in modo anomalo formando degli agglomerati con quantità di melanina maggiore della pelle circostante, formando le macchie di iperpigmentazione sulla pelle. Dal momento che la melanina (bruna) è il prodotto della reazione di ossidazione della tirosina (incolore) ad opera della tirosinasi, per eliminare le macchie è sufficiente effettuare la reazione inversa, cioè sottoporre la melanina alla reazione di riduzione (reazione opposta all'ossidazione) per tornare alla tirosina. In pratica non si elimina la melanina, ma si trasforma una sostanza colorata in una incolore. Per evitare la continua ossidazione di tirosina in melanina è necessario inoltre inibire la tirosinasi, senza l'azione della quale la tirosina resta tale senza ossidarsi a melanina. L'elettrone fornito con il trattamento di Elettrocosmetologia ha proprio l'azione di ridurre la melanina in tirosina coadiuvato in questa azione dall ' acido ascorbico complessato abbinato alla soluzione proteica.

suntronic caserta

Trattamento al seno e al corpo per risolvere le smagliature
per le smagliature e piccole cicatrici. La smagliatura infatti è una cicatrice al contrario, cioè verso l'interno, che attraversa tutti gli strati della pelle ma che non coinvolge altre strutture, ad esempio adipociti, capillari, muscoli, ecc. Quando si innesca il meccanismo della cicatrizzazione, le fibre di collagene, che vengono prodotte in gran quantità e in tempi molto brevi per ricostruire la pelle danneggiata, si dispongono in modo disordinato e non secondo linee parallele come nella pelle integra. Questo perché l'organismo non perde tempo a creare una struttura esteticamente perfetta, ma tampona in fretta e furia una danno a carico dell'organismo per limitare la perdita di sangue, elemento vitale per l'organismo stesso, nei tempi più veloci possibili; se poi la "toppa" si vede, pazienza, l'importante è aver chiuso la falla. La smagliatura avviene con un meccanismo analogo alla cicatrice vera e propria: la pelle è una struttura abbastanza elastica, ma se si tira e si distende oltre a una certa misura si lacera superficialmente provocando delle strie di rottura. A questo punto si innesca il meccanismo di cicatrizzazione per rinforzare i bordi di queste strie: infatti allo stato iniziale la smagliatura è una striscia rossa, il cui colore rosso è provocato dall'afflusso di sangue, nel quale sono trasportati i fattori di cicatrizzazione, richiamato dalla lesione. Finché una smagliatura o una cicatrice sono rosse significa che il processo di cicatrizzazione non si è ancora completamente esaurito. Somministrando energia, attraverso il metodo elettrocosmetologico AS 43 Suntronic, alle zone interessate dalle smagliature, si è notato che in tempi successivi la pelle ha ripreso la sua organizzazione di fibre parallele, eliminando l'aspetto visivo della cicatrice dovuta alla disposizione delle fibre a reticolo disordinato. Il trattamento ha mostrato la sua maggior efficacia sulle smagliature bianche, non più in evoluzione. Del resto ciò è stata solo una conferma a quanto ipotizzato: infatti se il meccanismo d' azione dell'Elettrocosmetologia si esplica con una normalizzazione dello stato cutaneo, è evidente che per far tornare una struttura alla sua normalità questa struttura deve essere stabilizzata.

Trattamento per il rassodamento cutaneo del seno e del corpo
per gli inestetismi provocati dal rilassamento cutaneo: poiché il rilassamento cutaneo è provocato da una diminuzione dell'elasticità delle fibre del derma, nel momento in cui l'elettrone fornisce energia alla fibrilla ripristinandone la forza elastica, il turgore della fibrilla porta inevitabilmente a una tonificazione cutanea.

Trattamento per risolvere gli inestetismi cutanei provocati dalla cellulite
per gli inestetismi provocati dalla cellulite: la causa principale della cellulite è un aumento della permeabilità della rete capillare e delle venule degli arti inferiori, provocata a sua volta da difficoltà della microcircolazione locale dovuta a diversi fattori (predisposizione ereditaria, sedentarietà, alimentazione inadeguata, uso di abbigliamento costrittivo, squilibri ormonali, ecc.). La variazione di permeabilità vasale provoca, lungo la parete del vaso, delle fessurazioni dalle quali il plasma sanguigno si riversa all'esterno del vaso stesso invadendo i tessuti circostanti, compromettendo gli scambi nutritivi fra vaso e cellule adipose, che vengono progressivamente avvolte dal liquido plasmatico che sclerotizza, cioè si indurisce, formando un guscio duro nel quale vengono racchiuse alcune cellule adipose. Questo processo porta alla formazione del micronodulo. Nel tempo anche il tessuto connettivale subisce una trasformazione similare, con formazione di noduli circondati da uno strato di tessuto fibroso che diventa sempre più duro e anelastico. Più micronoduli aggregati fra loro formano il macronodulo, struttura primaria della cellulite; già a questo stadio è possibile evidenziare tutte le caratteristiche di uno stato cellulitico vero e proprio. All'interno del nodulo, quelle che inizialmente erano delle cellule adipose normali, vanno incontro a modificazioni nella loro struttura per il ridotto scambio con l'ambiente circostante, dato il loro isolamento nella capsula di tessuto fibroso. L'elettrone svolge la sua azione sia sulla parete vasale ripristinando la sua continuità, sia aggredendo il guscio di liquido plasmatico sclerotizzato riportandolo, insieme all'azione dei mucopolisaccaridi, alla forma liquida, cioè normalizza lo stato del liquido interstiziale.

 

contattaci - home

 

 

 

Copyright dei contenuti di Graziano Scarascia, Reiki Master e Bioreikiologo . Tutti i diritti riservati. All Rights Reserved

 

News

A settembre parte il corso serale di Danza del Ventre.

Offerte

Offerte autunnali 2012
AUTUNNO TEMPO
DI DEPURAZIONE

Corsi Info Date

A ottobre partono i corsi di
TAI CHI
HATHA YOGA
REIKI

Centro Olisana

Prof. Maria Grazia Duonnolo

Prova a Caserta i benefici del Pilates
vieni a trovarci e avrai una
lezione di prova in
OMAGGIO.
***
Sono partiti i corsi di

*Hatha Yoga
*Kundalini Yoga
*Sahaja Yoga
*Tai Chi
*Difesa Personale
*Kung Fu
*Chi Kung
***
Si eseguono trattamenti di

*Riflessologia Plantare
*Ayurveda
*Reiki
*Shiatsu
***

I
noltre vieni a provare la
NOVITA'!!!
Trattamento rilassante,
detossinante e decontratturante
con la

"CAMPANA DI VAPORE IONIZZATA"

Orari attività

Orari settimanali delle varie attività proposte. Per consultarle clicca su ORARI

Chiedi all' Esperto

Sei hai domande, dubbi o curiosità
sul tema benessere
non esitare a fare
una domanda saremo
lieti di risponderti

Chiedi all'esperto